ECONOMIA

La Cooperativa Sant'Orsola

Cos’è?

La società cooperativa agricola Sant'Orsola è un’organizzazione di produttori agricoli specializzata nella produzione e commercializzazione di lamponi, more, mirtilli, ciliegie, fragole, ribes rossi e bianchi, uva spina, baby kiwi e fragoline di bosco, cioè i piccoli frutti. L’azienda ha sede a Zivignago (frazione di Pergine Valsugana a pochi chilometri dalla Valle dei Mòcheni). Sant’Orsola è rinomata per la sua qualità in tutta la nostra penisola ed anche, in piccola parte, in Europa. Lo scopo della società è di produrre piccoli frutti di alta qualità, i prodotti vengono selezionati infatti già all’interno del campo di coltura secondo degli standard ben definiti da Sant’Orsola. In seguito comunque vengono controllati durante il conferimento, dove per ogni stock di frutta viene prelevato un campione che viene minuziosamente controllato al fine di capire qualità e peso della frutta arrivata nella cooperativa. Per i visitatori è possibile praticare anche un simpatico sentiero didattico nei luoghi dove nascono e crescono i piccoli frutti.

La Storia

L’associazione Sant’Orsola nacque nel 1972 su iniziativa di dieci giovani produttori che, partendo dall’idea di valorizzare il proprio territorio, poco propenso alla coltivazione tipica trentina di mele o vitigni, pensarono di sfruttare le varietà d’altitudine che la zona offriva coltivando i piccoli frutti. Un’idea assolutamente azzeccata poiché, queste piante, possono essere coltivate anche in luoghi impervi e permettono di sfruttare anche superfici non troppo estese. Infatti Sant’Orsola diventa Cooperativa già nel 1975 ed estende la propria zona di produzione anche nel vicino Altopiano di Pinè. Sant’Orsola poi continua ad espandersi e ad avere sempre più soci, anche in altre valli del Trentino come la Valsugana e la Val di Fiemme fino ad ottenere, nel 1996, il prestigioso riconoscimento di 'Organizzazione di Produttori' dalla Comunità Europea.

 

Il lavoro del legno

In Valle dei Mòcheni ci sono folti ed estesi boschi, composti per lo più da larici, ed il legno ha avuto per secoli una notevole rilevanza per l’economia della zona.Gli abitanti della valle, infatti, sapevano ricavarne bellissimi mobili o delle utili ceste, ottenendo il massimo rendimento e valorizzando ogni tipo di pianta. Purtroppo però, contro il volere dei residenti, i boschi furono dissestati. Tutto questo venne causato dalla ricca attività mineraria che la valle disponeva in quegli anni, al fine di ottenere carbone per fondere il minerale. In ogni caso, la cultura del legno si può ancora notare facilmente nei masi dove questo materiale è sfruttato nella struttura (tipico e bellissimo è anche il tetto a scandole) e negli oggetti tipici della tradizione all’interno. Rilevante è tutt’oggi anche la Barbel Art (vedi sotto), un laboratorio specializzato nell'artigianato artistico del legno, creato da Andrea Oberosler nel 2008.

Cerealicoltura

I campi per la coltura dei cereali erano posti su vari pendii della valle ed erano molto diffusi (come riportano le mappe catastali del 1856). Il cereale maggiormente coltivato nella zona era la segala, che veniva usato anche per i tetti dei fienili, prima di essere sostituito dal legno di larice. Altri cereali seminati in zona erano avena ed orzo e, in maniera minore, anche mais e frumento. La coltura era sfruttata soprattutto però per un uso d’alimentazione interna, con poche esportazioni al di fuori della valle. Con l’orzo, ad esempio, si cuocevano per lo più minestre o si preparava il caffè, mentre l’avena era destinata come cibo per gli animali. In valle queste attività sono testimoniate sin dal 1292 e sono ancora presenti nei territori vicini alla Mil, perfetto per conoscere meglio quest’ambito.

 

Barbel Art

Barbel Art realizza opere ornamentali che rappresentano la fauna alpina con la passione di chi vive la montagna con rispetto e amore. Con tali presupposti vengono realizzati elementi di arredamento in stile rustico, mobili, accessori, panche ed insegne. Oltre a ciò si effettuano coperture in scandole e arredamento per interno ed esterno di baite.

Meteo in Valle

Le previsioni metereologiche non sono disponibili per problemi al server.