Percorso della Grande Guerra

Un percorso lungo 19 chilometri.

Un percorso lungo 19 chilometri si snoda lungo le cime della Valle dei Mòcheni, da Monte Panarotta alla località Karl (sentiero SAT 325). In questo tratto sono stati recuperati e valorizzati manufatti della Grande Guerra, come trincee, bunker, baracche e camminamenti, per iniziativa di interesse storico di Moltrer Elio Gruppo Alpini di Fierozzo e altri volontari.

Lungo il percorso, che si articola in diversi livelli di difficoltà, il visitatore, oltre a informazioni sugli avvenimenti storici, avrà la possibilità di fare escursioni in un ambiente di alta montagna con paesaggi particolarmente suggestivi.

Il percorso è diviso in tre sezioni.

Sezioni del percorso

• Da Monte Panarotta al Monte Fravort Hoabort dove era insediata l’artiglieria germanica del Deutschen Alpenkorps : lungo il percorso si trovano trincee, bunker interrati e camminamenti di collegamento, baracche del battaglione Zillertal e il I Landes-schützen Kaltern I (sentiero 325; 371 dal parcheggio presso Monte Panarotta).

• Da Monte Fravort Hoabort al Gronlait – Passo Portela Türl, al Sasso Rotto Schrumm: ricco di numerose testimonianze di vario tipo, in questo tratto è insediata la Feldkapelle, chiesa da campo recuperata nel 2000 dal gruppo alpini di Fierozzo. Qui era stanziato parte del battaglione Reutte II. Nei dintorni vi sono baracche di ufficiali e depositi d’acqua restaurati (accesso dai sentieri 325; 371 da Valcava Balkof e dalla loc. Kaserbisn).

• Dal Sasso Rotto Schrumm alla località Karl  dove c’era il comando del 164 Landsturm Bozen con significativi insediamenti dove stazionava il battaglione Landes-schützen comandato dal tenente Engelberg Dollfuss, futuro Cancelliere d’Austria, e dove era presente anche il noto scrittore Robert Musil (accesso dai sentieri 370; 343; 324; 325 dal parcheggio Vròttn a Palù Palai).